LIDL: IL SEQUESTRO CHE NON SEQUESTRA. PRESENTATA L’ISTANZA PER REVOCARE LA “FACOLTA’ D’USO”

Dopo 10 mesi di mobilitazione non sorprende che le indagini della Procura abbiano portato al sequestro del supermercato LIDL, sorprende invece che, la stessa Procura, abbia concesso la “facoltà d’uso”  solo 24 ore dopo l’ordinanza di chiusura.

 

Di fatto dal 10 Marzo si sta consentendo la facoltà d’uso di un edificio costruito illecitamente, permettendo un’attività che, dopo i danni già provocati, sta producendo, in pochi giorni, nuove gravi conseguenze per la salute delle persone e l’integrità dell’ambiente. E’ stato già denunciato da numerosi abitanti l’aumento di inquinamento (atmosferico, acustico, luminoso) per l’evidente aumento di traffico, all’interno dell’area e su via dell’Acqua Bullicante a pochi passi da un ospedale e da una scuola, causato dalle macchine e dai camion ma anche dagli impianti del supermercato.

 

Per questo oggi è stata depositata un’istanza alla Procura di Roma per chiedere la revoca della facoltà d’uso del supermercato.

 

Un ulteriore atto per contrastare lo strapotere arrogante di una multinazionale e di un’impresa privata in grado di piegare, nel nome del profitto, decreti, leggi e regolamenti e la colpevole latitanza, impotenza o forse connivenza delle istituzioni responsabili, per la tutela del diritto alla salute e alla scelta di come pianificare il territorio secondo le esigenze di chi lo abita.

 

Domenica 20 marzo ore 16:00 Assemblea Pubblica presso il Lago ex Snia, simbolo delle lotte di un intero territorio contro speculatori, politicanti e affaristi.

contatti: nocementoromaest@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...